NEW YORK. Si scrive 66 Perry Street...si legge Sex & City

May 23, 2016

Non sono mai stata una fanatica dei telefilm americani, se non forse in un paio di occasioni quando ero ancora adolescente, e sebbene le avventure di Carrie Bradshaw, Samantha, Charlotte e Miranda abbiano spopolato in Italia e nel mondo, io di quel super famoso Sex & City  ho visto giusto qualche puntata. La mia passione è esplosa quando le loro storie sono arrivate sul grande schermo.

Così che New York mi è ripiombata addosso in tutta la sua bellezza.
Da quel momento ho iniziato ad interessarmi anch'io alle vicende di queste quattro donne affascinanti che, in 94 episodi distribuiti in 6 anni sullo sfondo della città più magica del mondo, the Big Apple appunto, hanno sedotto tutti.   
E chi tra le quattro, nella sua vita scintillante a Manhattan, in una specie di mondo a parte, portentoso e incomprensibile, tra party esclusivi, luci sbrilluccicose, shopping, amicizie, amori, sofferenze e gossip ha conquistato e ha fatto sognare di più?
Senza dubbio lei: Sara Jessica Parker, in arte Carrie Bradshaw, giornalista fashionista e protagonista della travagliata storia d'amore con Mr. Big
Tutti gli appassionati sono da anni a caccia dei luoghi in cui si svolge la fortunata serie americana ma il vero pellegrinaggio è quello destinato alla splendida casa di Miss Bradshaw al Village. Così, curiosa tra i curiosi, un giro a quel 66 Perry Street, in quel West Village che amo tanto, l'ho fatto anch'io. E non una volta sola! 

Sono stata lì spesso e con persone diverse. Tutte le mie amiche non sono riuscite a resistere alla tentazione.

Del resto, come dargli torto? Una foto davanti a quella porta, su quelle scale, per chi la serie l'ha seguita per anni incollato alla Tv, è davvero un obbligo morale.

Così, vittima di una sorta di solidarietà femminile, ho iniziato a scattare foto pure io!

E ne ho una per ogni stagione. 

 

   

Ogni volta che ci torno c'è la processione! 

Un fiume di gente che, in fila indiana, si alterna per portarsi a casa quello scatto. Negli ultimi anni Perry Street  è diventato un lungo viavai di persone che, giorno e notte, sostano davanti a quella che era la casa di Carrie nel suo periodo di singletudine. E la cosa è talmente clamorosa che da qualche anno, per motivi di privacy, le scale sono state bloccate da una catena con tanto di cartello "no trespassing" per evitare che i turisti possano salire, sedersi, sbirciare.
In realtà ci sarebbe anche una sorta di divieto a fare foto o, in caso contrario, un obbligo a donare qualche dollaro da lasciare dentro un secchio posto a ridosso della casa il sui ricavato è destinato ad un ente di beneficenza del quartiere. 

Ma io dico: come si fa ad arrivare fin qui, dare un'occhiatina e...andare via senza aver fatto almeno una fotografia?
Pare pure che la casa - facciata di mattoni, 4.100 piedi quadri, 3 piani, 10 stanze  e 6 camini sparpagliati su tutti i livelli - sia stata venduta e rivenduta più volte per oltre 9 milioni di dollari (ogni volta!) perché i proprietari non sono stati in grado di gestire l'orda di turisti e di curiosi che in questi ultimi anni ha invaso la zona. 
Io, a dirla tutta, una volta ho anche superato la catena - lo so, lo so! non si fa!!! - ma ho tanto desiderato che in quel momento qualcuno aprisse la porta per fare un salutino. Sono anche stata tentata di bussare.

Mi avrebbero presa per matta, so anche questo! Ma la curiosità di vedere davvero com'è quella casa dentro - dite la verità - non ce l'avete un po' tutti? Magari lo farò, prima o poi. Arriverò un sabato pomeriggio, suonerò al campanello e proverò a farmi invitare per un tè. 

Per il resto, casa di Carrie a parte, Perry Street è molto bella, curatissima, piena di verde. Come tutto il West Village! Fuori ad ogni porta e su ogni scala ci sono piante e fiori. Sui marciapiedi, qualche bici. E quando passano i taxi il colpo d'occhio strada-case-verde-bici-taxi è veramente di grande effetto. Sembra di essere lontani anni luce dal caos e dai grattacieli di Midtown e l'aria è talmente leggera e incredibilmente easy...

Tra l'altro, occhio ad incontrare Carrie per strada. Eh si, perché Sara Jessica Parker ha abitato realmente e per diversi anni proprio alla parallela di Perry Street. E nonostante la famiglia Broderik-Parker si sia trasferita al 20 E 10th St, Est Village quindi, pare che Ms Parker, ancora sentimentalmente legata alla sua vecchia abitazione così vicina a Magnolia Bakery a Bleckeer Street, si faccia vedere spesso vicino alla sua ex-casa, al 57 di Charles Street. Magari con un pizzico di fortuna...hai visto mai....

 

 

 

Please reload

POTREBBE PIACERTI ANCHE... 
Please reload

- Note Legali

Questo Blog non è una testata giornalistica e non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

I testi pubblicati, i video e le foto usate sono originali e coperte da copyright. Tutti i diritti sono riservati.

Melania Bifaro | Giornalista | Travel Blogger

All Rights Reserved - 2016

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle