HAWAII. Snorkeling tra pesci e tartarughe nell'acquario di Hanauma Bay

March 8, 2017

Esiste un posto dall'altra parte del mondo, nel cuore dell'Oceano Pacifico e pure nel mio cuore, dove ogni luogo ha il colore del mare e ogni cosa profuma di ibisco...
Lì, nell'isola di Oahu, il paradiso in terra, c'è Hanauma Bay, baia incantevole e tra le più esclusive delle Hawaii, dove lasciarsi andare alla bellezza della natura e nuotare tra tartarughe verdi, pesci farfalla e pesci pappagallo...

Proclamata nel 2004 come la spiaggia più bella degli Stati Uniti, questa spettacolare riserva naturale ha una straordinarietà: è dentro il cratere di un vulcano.

Siamo sull'isola di Oahu, la terza per estensione dell'arcipelago delle Hawaii, ma la più popolata e anche la più famosa visto che questa è l’isola della più ben nota Honolulu.

E tra le spiagge stupende di questo eden perduto nel Pacifico c’è Hanauma, la “baia curva” come la chiamano qui, che dopo aver subito i bombardamenti degli americani con la dinamite per far passare i cavi sottomarini sotto la montagna è diventata baia protetta, riserva naturale.

La conca è stupenda, la vista dall’alto semplicemente mozzafiato. La spiaggia di sabbia chiara è abbracciata da palme altissime e rigogliose che fanno ombra fino al mare, azzurro e cristallino e pieno di pesci di ogni grandezza e colore. Si contano più di 400 specie diverse,ma è facilissimo ritrovarsi a nuotare soprattutto con pesci farfalla e pappagallo. E non è raro imbattersi nelle tartarughe verdi del Pacifico

Specie bellissima e super protetta. Guai a toccarle, quindi, perché si rischiano multe molto salate.

La forma semicircolare della baia è quasi perfetta. E l’idea che qui un tempo ci fosse un vulcano mette pensiero. Ma l’acqua calda di Hanauma, da secoli oramai habitat eccellente per la flora e la fauna marina, vanta proprietà ideali per lasciar prosperare ogni forma di vita marina. tra l'altro, la riserva conta su una biodiversità che difficilmente si trova in altre parti del mondo, ed è stata appositamente creata per proteggere questo ecosistema unico nel suo genere.

Sono stata ad Hanauma quasi una giornata intera. Ho fatto fatica ad andare via. Ogni cosa in questo posto è assolutamente perfetta. Dopo aver parcheggiato in un’area immensa, (costo 1 dollaro appena...!) ci siamo dirette all’ingresso e abbiamo atteso quasi un’ora prima di godere di quella spiaggia e di quel mare.

Al Marine Education Center, che fa pagare un biglietto d’ingresso per accedere alla spiaggia, consegnano un bigliettino colorato e istruiscono sulla fila da seguire.

Perché prima di immergersi davvero in questo mare fantastico, bisogna passare "al vaglio" del personale dell'area entrando in una struttura che ricorda una caverna vulcanica. In verità, tra video, informatori e riproduzione delle barriere coralline vulcaniche che caratterizzano Hanauma, l'Education Center ha un obiettivo molto importante: educare i visitatori sulla preziosità del sito, invitandone al rispetto e soprattutto al comportamento da tenere con la flora e la fauna marina una volta arrivati sulla spiaggia. 

All’Education Center distribuiscono anche schede informative sulle centinaia di specie di pesci che popolano la baia.

Insomma, soltanto dopo questa lunga attesa, e dopo aver goduto del panorama dall’alto, finalmente si può scendere in questo paradiso. Il percorso si può fare a piedi o con un trenino.

Vi consiglio almeno la discesa a piedi per gustarvi lo spettacolo del panorama e fotografare la baia da ogni angolazione.

Prima di venire qui munitevi – assolutamente – di maschera e boccaglio, oltre che di pinne. E’ indispensabile questa attrezzatura minima per godere di ogni meraviglia del mare. Nel caso non doveste averne a disposizione, nessun problema. Accanto al bar, sulla spiaggia, noleggiano tutto, persino la cassetta di sicurezza dove conservare borse e macchine fotografiche mentre siete in acqua. Io ho fatto così.

Tutte le info, su costi e servizi li trovate qui

Il mare è stupendo, credetemi. E' molto di più di quello che vedete in queste foto, e non è il luogo dove poter semplicemente fare un bagno.

Qui si passeggia, si nuota, si cammina nell'acqua e soprattutto si fa snorkeling. In alcune zone si può soltanto nuotare stando attenti a non arrivare dritti sulla barriera.

E questo per due motivi: il primo per evitare di sfracellarvi le ginocchia o le braccia visto che si arriva a “pelo di barriera”; il secondo è che oltre la barriera…c’è il pericolo di squali.

Ecco, nel caso l’aveste dimenticato, nel Pacifico e nel dettaglio alle Hawaii, ci sono anche gli squali. Per questo, ogni spiaggia ha il suo fantastico baywatch che tiene costantemente sotto controllo ogni singolo bagnante ed è molto frequente (è accaduto anche a me) sentirlo con gli altoparlanti o vederlo correre in acqua e urlare "shark, back to beach guys, shark!!!".

Il Parco Naturale di Hanauma, aperto tutti i giorni tranne il martedì, è area tutelata dalla fine degli anni Sessanta ed è – insieme a Kailua - il posto preferito dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Obama. Ogni volta che con la sua famiglia è andato alle Hawaii, l’area è stata completamente chiusa e super sorvegliata per permettergli di trascorrere la giornata qui. 

La spiaggia di Hanauma è sempre molto affollata ma nonostante questo c’è sempre spazio per tutti. Ovunque c’è gente distesa sotto le palme o in mare a fare il bagno in un'acqua sempre limpidissima. Ad Hanauma, tra l'altro, oltre allo snorkeling, si può praticare anche il diving. A tal proposito l'Education Center vi fornirà tutto le info in merito.

La baia è un piccolo eden lontano appena mezz’ora di macchina da Waikiki Beach, molto amato anche dagli americani che vivono sull’isola ed è il posto perfetto dove vi consiglio di trascorrere una splendida giornata.

Please reload

POTREBBE PIACERTI ANCHE... 
Please reload

- Note Legali

Questo Blog non è una testata giornalistica e non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

I testi pubblicati, i video e le foto usate sono originali e coperte da copyright. Tutti i diritti sono riservati.

Melania Bifaro | Giornalista | Travel Blogger

All Rights Reserved - 2016

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle