TEXAS. Amarillo, la città della Route 66 con lo spirito della vecchia America

January 8, 2018

Se durante un bel viaggio americano on the road vi venisse voglia di respirare un po’ d’aria texana, non mancate di fare tappa ad Amarillo, unica città del Texas di rotta sulla mitica Route 66, un posto dove vivere lo spirito degli States d'un tempo è davvero una garanzia.

Amarillo, terra dei cowboys, è una città che mi ha piacevolmente colpita.

Originariamente la city si chiamava Oneida. Il suo attuale nome pare invece sia dovuto al colore giallo dei fiori che punteggiano le praterie che circondano il lago Amarillo e l'Amarillo Creek. E in effetti, lungo la strada, complice la stagione estiva caldissima, ho trovato tantissimi prati pieni di margherite e piccoli girasoli...

Ubicata nell’area del Texas Panhandle, gruppo di 26 contee dello Stato, considerata la capitale mondiale dell’elio, Amarillo è tra le tappe più note della mitica Mother Road, ed è crocevia di viaggiatori, motociclisti, turisti e curiosi provenienti da ogni parte del mondo.

Route 66 a parte, però, Amarillo, è una città con un'anima speciale. E', tra l'altro, un centro economico di grosso spessore per lo stato texano ed è piena di cose da fare e da vedere.

In città ci sono arrivata dopo un lungo viaggio da Fort Worth, dopo aver incrociato un posto carinissimo di cui vi ho anche già parlato, Combine Citye visitato il Palo Duro Canyon National Park.

Impatto subito positivo. Siamo arrivati che c’era il sole. Il giorno precedente la città era stata quasi travolta da un flooding, fenomeno meteo tipico del Texas che ha un clima molto particolare e che, tra l’altro, contrariamente a quanto si pensi d’inverno può diventare anche molto rigido.

Non c’è dubbio che il maggior punto di attrazione in città sia il Cadillac Ranch, scultura monumentale esposta all'aperto e progettata nel 1974 da Chip Lord, Hudson Marquez e Doug Michelsdal.

Il Ranch è una delle foto-cartolina top della Route 66: 10 Cadillac in fila, tutte colorate e allineate a testa in giù nel terreno.

Come detto, ho trovato l’area quasi completamente allagata dalla pioggia dei giorni precedenti ma il sito mi è molto bello in ogni caso. Con i miei compagni di viaggio, eravamo in cinque, abbiamo fatto su e giù scattando fotografie in tutte le angolazioni. Abbiamo anche provato ad imbrattare le Cadillac con le bombolette spray che si trovano, in quantità industriale, proprio sotto le auto.

E se il Cadillac Ranch è tappa obbligata in questa città, dovesse capitarvi di passare...provate ad aggiungere anche un altro sito. E' a meno di 500 metri dal noto ranch. Si tratta del 2nd Amendement Cowboy, un negozio molto carino che vende articoli buffissimi e oggettistica texana.

All'ingresso ci trovate tre splendide Cadillac in esposizione e una statua enorme di un simpatico cowboy.

Sempre per restare in tema Route 66, all’Historic District che comprende oltre 10 isolati e che ha il suo fulcro nella 6th Avenue, è facile perdersi tra murales colorati e bellissimi, segnaletica particolare e ispirata alla Route, e un numero indefinito di motociclisti che affollano i bar d’epoca. 

La strada principale è sempre piena di gente, specie a metà pomeriggio. E consiglio di gustarvi il passeggio dell'ora che precede il tramonto. Fa davvero molto America.

Con i miei amici ci siamo fermati per un aperitivo in un locale storico, lo Smokey Joe’s (2903 SW 6th Ave). Posto delizioso che suggerisco anche a voi.

Sempre in città, non perdete un altro pezzo forte, ottimo per una cena texana memorabile: The Big Texas, locale particolarissimo, in perfetto stile country, noto per le sue bistecche giganti.

Per saperne di più su Amarillo e i luoghi della Route 66, leggete questo post in cui ho approfondito tutto i luoghi da non perdere nella tratta della Mother Road che ho percorso da Amarillo, in Texas, fino ad Alamogordo, in New Mexico.

Intorno alla città poi, come anticipato, c’è tutto un mondo da scoprire.

Tra i vari posti visitati, vi suggerisco questi. Io ci sono stata e vale la pena fare un giro. 

Innanzitutto, l’Amarillo Dragway, per esempio, al 12955 Burlington Road, è un bel circuito automobilistico dove periodicamente si tengono gare che attraggono visitatori da ogni parte degli Stati Uniti. Potete controllare gli orari e le gare schedulate direttamente consultando il sito.

Uno stop merita anche il Bill’s Bacyard Classics, dove trovate splendide auto d’epoca. Ci trovate in esposizione di molte auto d'epoca che sarà anche facile vedere gironzolare proprio nel centro storico della city. Noi ci siamo arrivati tardi, poco prima delle sei del pomeriggio, e lo show-room era chiuso ma anche dare un occhiata dal giardino esterno non è stato male. Lo trovate al 5309 S Washington St.

Proseguendo verso il centro, ci siamo fermati anche al Texas Panhandhle War Memorial. E' proprio sulla strada, lo si vede già da lontano ed è impossibile non fermarsi. Si tratta del Museo della Guerra di Amarillo, (è al 4101 di Georgia Street) ed è stato costruito per rendere onore a tutti i texani veterani di ogni guerra. Bello da visitare soprattutto perché, ancora una volta, emerge lo spirito fortemente nazionalista degli Stati Uniti. Cosa che io, per esempio, apprezzo moltissimo dell'America.

Conclusa l'area cittadina, Amarillo offre anche altro. Nei dintorni, per esempio, suggerisco un luogo molto bello, da non perdere assolutamente: il Palo Duro Canyon National Park, il secondo canyon più grande degli Stati Uniti dopo il Grand Canyon d’Arizona.

5 dollari e lo spettacolo è garantito.

Andate al Visitor Center, godetevi la vista mozzafiato e prendete la mappa del parco che si sviluppa lungo una circuito stretto e lungo ricco di luoghi in cui fermarsi e con tanti trail, molto belli e semplici, da fare a piedi. 

Il fascino di questo posto è indiscutibile. Io che avevo già visto il più famoso canyon degli States, ho apprezzato molto anche il canyon texano. Il punto panoramico più bello è quello del Lighthouse, la roccia a forma di faro che spicca su gran parte del parco e che ho ammirato da lontano. Del rsto, per visitare il parco, è necessario molto di più di un pomeriggio.

Una nota aggiuntiva, un suggerimento per chi legge: una bella passeggiata a cavallo al Palo Duro. Ho contattato e corteggiato per giorni un ranch gestito da sole donne (Cowgirls & Cowboys in the West) ma il flooding dei giorni precedenti ha reso impossibile la nostra cavalcata nel canyon. Un vero peccato perché mi era stato suggerito da amici che vivono in Texas e sono certa sarebbe stata una bella esperienza. Meteo permettendo, provateci voi. I contatti del ranch li trovate cliccando qui.

Lungo la strada, tra Palo Duro Canyon e Amarillo, trovate anche un altro posto originale: Combine City, una sorta di parodia del Cadillac Ranch. Un posto, anche questo, da non perdere.

Infine, dovesse venirvi in mente di restare ad Amarillo una notte - un'ottima idea, direi - provate un posto carino, centrale, economico, con stanze comode e una ricca colazione. E' l'Amarillo Inn & Suites. Io ci sono stata, l'ho trovato davvero delizioso e sono certa piacerebbe molto anche a voi.

 

Please reload

POTREBBE PIACERTI ANCHE... 
Please reload

- Note Legali

Questo Blog non è una testata giornalistica e non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

I testi pubblicati, i video e le foto usate sono originali e coperte da copyright. Tutti i diritti sono riservati.

Melania Bifaro | Giornalista | Travel Blogger

All Rights Reserved - 2016

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle