top of page
  • Immagine del redattoreMel Bi

MAROCCO. Viaggio a Marrakech: 5 esperienze da non perdere nella Città Rossa

Marrakech, uno di quei posti in cui tornare è sempre una buona idea!

Se avessi più tempo, la Città Rossa - per quanto è vicina all'Italia e per la sua atmosfera sempre divertente e travolgente - sarebbe una di quelle mete in cui andrei almeno un weekend al mese.

Perché Marrakech è un posto che sembra sempre uguale, fermo, intatto, cristallizzato nelle sue tradizioni ma che, invece, cambia.

Cambiano i colori, le voci, i rumori.

Cambia la gente che va e che viene, che osserva e che ascolta, che affolla le strade e ti riempie i pensieri.

Marrakech è un’esperienza incredibile che spesso si fa fatica a raccontare per quanto spesso - e assurdamente - sia vicina al mondo occidentale. Si parla italiano, si mangia italiano, e si va pazzi per gli italiani.

Eppure non è una realtà trasformata (dall'Italia o dal turismo del resto del mondo).

I suoi usi e costumi sono rimasti legati alla tradizione e un viaggio, seppur breve, con questo pezzo d'Africa è reale e fantastico allo stesso tempo.

Se state programmando un viaggetto da quelle parti - io ci sono stata già due volte ma quaaaanto ci tornerei domani! - vi lascio qualche dritta per immergervi completamente nel cuore - e nella vita - di Marrakech.

So perfettamente che il web è pieno di consigli, indirizzi e dritte su cosa/come/dove ma ciascuno fa le sue esperienze in posti diversi e la condivisione aiuta comunque a fare la scelta più giusta e vicina ai propri desideri.

Pertanto, ecco le 5 esperienze che - secondo me - non dovreste assolutamente perdere!



1 - PARTECIPARE AD UNA COOKING CLASS

Non potete lasciare Marrakech senza aver provato la cucina marocchina.

Ma non quella che...mettetevi comodi a tavola e mangiate. I piatti marocchini ve li dovete guadagnare!

Nel senso che l'esperienza di cucinare con cuochi locali alcuni dei piatti tipici della tradizione marocchina, toccare le spezie, usare i loro utensili, respirare gli odori vi immerge in un mondo completamente nuovo.

Volete mettere mangiare un Tajine al ristorante (che assolutamente ci sta!) con un tajine preparato con le vostre mani?

Una cooking class è un modo divertente, e anche delizioso, per avvicinarsi alla cultura locale.

Io ho trascorso 3 ore molto carine - e appassionate - insieme ad altre persone provenienti da tutto il mondo con cui abbiamo scambiato momenti e idee e alla fine ci siamo accomodati a tavola per gustare tutti insieme le prelibatezze che avevamo cucinato.





2 - FARE SHOPPING NEL SOUK

Fare compere nel Souk è una delle cose più piacevoli di un soggiorno a Marrakech.

Il Suk è un labirinto pieno di bancarelle, negozietti e vicoli stretti che esplodono di oggetti di ogni tipo. Borse, ciabatte e cinture di pelle o di stoffa, essenze, kaftani, artigianato in legno, vetro, ferro e terracotta, attrezzi musicali, cosmetici, spezie, thè, datteri e frutta secca di ogni tipo. E soprattutto argan, meraviglioso per la bellezza del corpo e dei capelli.

Il Suk è anche il posto perfetto per mescolarsi con i locals ed è considerato un po' come il cuore cittadino per la contrattazione. Anzi, vi consiglio di non perdere questa simpatica esperienza.

Ricordate sempre di contrattare il prezzo di ciò che volete acquistare riducendolo di un terzo rispetto alla richiesta.

E attenzione perchè i locals quasi si offendono sen non chiedete lo sconto.





3 - DORMIRE IN UN RIAD

Ho desiderato tornare nella Città Rossa per molto tempo. E quando l'ho fatto, ho scelto un posto da favola.

Un luogo che ha una storia particolare e che conserva una forte identità marocchina.

La Maison Arabe, hotel di lusso nel cuore della città vecchia, fu negli anni Quaranta il primo ristorante della Medina aperto gli stranieri e poi, negli anni Novanta, il primo riad-hotel boutique di Marrakech.

Un luogo di una bellezza senza tempo che mantiene ancora oggi lo splendore aristocratico di un Riad tradizionale ma che offre tutti comfort e servizi luxury, dove sono venuti a cena Ernest Hemingway, Jackie Kennedy e Rita Hayworth, e dove ha dormito persino Sir Winston Churchill. Un'oasi incantta nel cuore della Medina.

Io avevo una suite bellissima con un giardino privato magnifico. Super consigliato.

Riad di lusso 5 stelle nel cuore della Medina
La Maison Arabe, Marrakech




4 - MANGIARE LOCAL

Come vi dicevo, il cibo è parte integrante della cultura di ogni popolo.

Quella marocchina, poi, è una cucina che ha influenze berbere, moresche, mediterranee e arabe.

I cuochi nelle cucine reali di Fes, Meknes, Marrakech - solo per citare alcune delle città imperiali - la perfezionarono nel tempo e crearono la base di quella che è oggi una delle cucine più amate al mondo.

Dal pollo all'agnello, dal montone al pesce, dalle erbe alle spezie e alla frutta e frutta secca. La varietà è infinita e i sapori da sperimentare sono tantissimi. Personalmente amo il Tajine e l'ho assaggiato in tutti i modi ( agnello, carne, pollo, agnello e anche pesce). E' la prima cosa in assoluto che vi consiglio di provare.





5 - RIGENERARSI CON L'HAMMAM

L'Hammam è una delle tradizioni marocchine più antiche ispirate alle terme romane.

L'hammam nasce come posto in cui incontrarsi, rilassarsi, conversare.

La città ne è piena. Piena soprattutto di hammam pubblici, dove l'accesso è consentito in sale diverse e separate agli uomini e alle donne, si paga una fee, ed è generalmente è richiesto l'acquisto di sapone nero e guanto per lo scrub prima di varcare la soglia d'ingresso.

E' certamente un'esperienza super local se fatta negli hammam pubblici ma poiché l'hammam è un momento veramente molto intimo e non tutti i luoghi/esperienze possono essere sempre piacevoli, se non vi sentite di provare i bagni pubblici optate per una tra le tante Spa bellissime dove una volta entrati non vorreste più uscire.

Nell'Hammam si sta completamente nudi, insieme ad altre persone - a meno che non si scelga di acquistare il pacchetto benessere in esclusiva - ed è il luogo in cui le donne locali verranno letteralmente a lavarvi con sapone e guanto di crine per eliminare le cellule morte della pelle.

Poi, dopo un po' di relax, il corpo viene sciacquato con acqua bollente, e si completa tutto con un massaggio tonificante. Insomma: bellissimo.

Attenzione se soffrite di pressione bassa (come me): il calore del bagno è elevato e di non facile sopportazione.



Cooking Class & Hammam in Spa sono state organizzate dal Riad @lamaisonarabe @cenizarohotelsandresorts

Vi lascio anche il reel che potete salvare per non perdere questi consigli.

Seguitemi per altre dritte e curiosità 👉🏻 @inviaggioconapple

226 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page