top of page
  • Immagine del redattoreMel Bi

PUGLIA. In tour tra masserie e dimore storiche: 8 luoghi da scoprire tra storia e infinita bellezza

𝗧𝗿𝗮 𝗹𝗲 𝗿𝗶𝗴𝗵𝗲 𝗱𝗲𝗹 𝗺𝗮𝗿𝗲, 𝗶 𝗰𝗼𝗹𝗼𝗿𝗶 𝗱𝗲𝗹 𝗰𝗶𝗲𝗹𝗼 𝗲 𝗹’𝗶𝗻𝗳𝗶𝗻𝗶𝘁𝗮 𝗱𝗶𝘀𝘁𝗲𝘀𝗮 𝗱𝗲𝗴𝗹𝗶 𝘂𝗹𝗶𝘃𝗶 𝗽𝘂𝗼𝗶 𝗹𝗲𝗴𝗴𝗲𝗿𝗲 𝗹𝗲 𝗽𝗮𝗴𝗶𝗻𝗲 𝗽𝗶ù 𝗯𝗲𝗹𝗹𝗲 𝘀𝘂𝗹𝗹𝗮 𝗣𝘂𝗴𝗹𝗶𝗮. (𝗙ABRIZIO CARAMAGNA)

Masseria Cuturi 1881, Manduria

Il mio Tour tra Masserie e Dimore storiche pugliesi di quest’anno si è concluso solo qualche settimana fa ma io porto ancora nel cuore ogni istante trascorso nella regione che mi ruba da sempre i pensieri.

Eh si, sono tornata anche quest’anno con un giro nuovo e bellissimo in luoghi speciali.

In qualche occasione mi sono anche sentita dire “Ma come...ancora in Puglia? Non ti annoi? Non è monotona?"

Eh si, ho risposto. Ancora in Puglia perché proprio no: non mi annoio e non è monotona per niente.

Sono tornata anche quest’anno – il terzo consecutivo con il mio #TourMasseriePugliesi2023 - perchè questa è una regione meravigliosa che - nell’immensità della “stupenderia” italiana - ha conquistato il podio più alto nel mio cuore. Per diverse settimane, da maggio a luglio per l'esattezza, ho fatto su e giù come una trottola felice per raccontare l’energia di luoghi che mi hanno letteralmente incantato e che - sono certa - travolgano con la loro bellezza e autenticità i viaggiatori di ogni parte del mondo.

Sono stata per la prima volta tra città, paesi e piccoli borghi che non avevo ancora mai toccato, ciascuno con la sua storia e le sue peculiarità, pieni di quel fascino intimo e nel contempo prorompente che fanno di ogni angolo di questa terra un pezzo prezioso da scoprire, respirare e vivere.

Ma sono tornata anche in alcuni dei miei posti preferiti. Perché di quelli non posso fare proprio a meno.

Mi è sempre difficile scegliere in Puglia, questa è la verità. Così come mi sembra sempre poco il tempo che le dedico. Ma ho fatto tanto quest’anno, e sono grata per questo, oltre che felice di condividere con voi questo mix perfetto di luoghi e persone che rendono questa regione ogni giorno sempre più fiera.

Eccole le Masserie e i Palazzi Storici di questo Tour 2023.

Sono 8 luoghi insoliti, ciascuno con le sue particolarità.

Posti che non ho scelto a caso, che hanno una storia - e tanta bellezza - che meritava di essere raccontata, che hanno quella "specialità" che non sempre si riscontra altrove.

Spero possano esservi d’ispirazione.







📍TENUTA ROCCI CERASOLI, PARABITA - LECCE

Tenuta Rocci Cerasoli, Parabita - Lecce

Inizia da questa meravigliosa dimora del 1700, immersa nei profumi intesi e nei colori brillanti della campagna salentina, questo mio viaggio in Puglia. E da questo Palazzo elegante, cuore della Tenuta, che mantiene intatta la sua bellezza e i tratti originari dell’antica fattoria. Dove un tempo c’erano stalle e luoghi in cui conservare attrezzi per la terra e gli animali e consentire il riposo ai contadini, oggi c’è un posto incantevole - sospeso tra passato e presente - in cui riscoprire l’autenticità delle tradizioni locali.

Nulla è lasciato al caso a Tenuta Rocci Cerasoli che ricorda la magnificenza e i colori di una Finca tra gli agri di Lanzarote: ogni angolo è un pezzo di storia, ogni dettaglio moderno rievoca l’origine.

La vita scorre lenta tra viali e giardini in cui perdersi tra odori di fichi d’india e gelsomini, e basta poco per abbandonarsi alla bellezza di campi di ulivi e vigneti che si estendono a perdita d’occhio. Pareti in pietra, soffitti a volta, spazi paesaggistici di grande bellezza disegnati tra viti e fiori...io la tengo in mente così questa Tenuta che è un gioiellino che si lascia dolcemente abbracciare dalla natura selvatica della “savana salentina”, che al tramonto si accende di colori e salta in una dimensione quasi surreale.

Una cosa mi è rimasta ben impressa: quella sensazione del “vivere senza tempo” che qui è quasi un prodigio e che diventa realtà nelle mani sapienti di chi – discretamente e silenziosamente – si prende cura ogni giorno di questo luogo e di ogni viaggiatore che attraversa la sua strada.

A parte questo, la Tenuta è finemente curata negli arredi, ha camere e suite elegantissime con vista sul giardino o posizionate nell'area piscina immersa nel verde e nel silenzio. Splendida è anche la Eco Gym super attrezzata nel cuore del vigneto. Infine, se amate la cucina locale, fermatevi almeno una sera a cena al ristorante Il Torrino che propone piatti squisiti della tradizione salentina con vista sugli ultivi e sotto le stelle. E assaggiate Nereo, il Negramaro frutto dei vigneti della Masseria.







📍AMASTUOLA, MASSERIA WINE RESORT, CRISPIANO - TARANTO

Amastuola Masseria Wine Resort, Crispiano - Taranto

Lucente e brillante svetta fiera nel cielo azzurro della Puglia dominando la collina che guarda le verdissime campagne di Crispiano. Amastuola - antica e meravigliosa dimora del 1400 che appartenne un tempo al principe di Taranto - è tra le più longeve masserie pugliesi, opera di un restauro che ha mantenuto intatta la sua struttura storica combinando materiali originali con dettagli e arredi che ne ricordano il passato.

La Tenuta, 170 ettari di ulivi secolari e vigneti che si perdono all’orizzonte nei colori accesi del tramonto, è un luogo prezioso che regala un incredibile viaggio tra storia e bellezza.

Gli spazi immensi che riportano i pensieri all’infinito, i muri a secco roventi al sole che sanno di Puglia, la vocazione viticola in un territorio benedetto da terra e mare, rendono Amastuola un posto unico. In quest’area nota come “Le Cento Masserie”, oggi riconosciuta come Unicità della Regione Puglia, Amastuola ha saputo coniugare la tradizione alla contemporaneità in una dimensione preziosa - di lusso esclusivo - fatta di silenzio e pace.

La masseria ha camere splendide, alcune suite hanno terrazze con vista a perdita d'occhio sulla campagna tarantina e la grande corte centrale che conduce alla piscina diventa magico di sera quando la tenuta si illumina.

La ricchezza e la bellezza più grande di Amastuola resta il suo vigneto-giardino che porta la firma dell’architetto paesaggista spagnolo Fernando Caruncho. Si tratta di qualcosa di unico: i filali di viti sono impiantati su un suo disegno e le spalliere delle viti disegnano onde armoniche e parallele che si susseguono per quasi tre chilometri. Lo stesso architetto ha definito queste viti "Onde del tempo", da cui prende il nome anche uno dei vini biologici eccellenti - tra i miei preferiti - prodotti dal Wine Resort. Ben 13 le etichette da scoprire se siete appassionati, con tanto di visita alla cantina e degustazione. Il vino, tra l'altro, resta assoluto protagonista anche a tavola: fermatevi ad assaggiare le prelibatezze di AMA', il ristorante della masseria in cui la cucina tradizionale pugliese è rivista in chiave decisamente moderna, ed è connubio perfetto di tradizione e creatività.





📍MASSERIA CUTURI 1881, MANDURIA - TARANTO

Masseria Cuturi 1881, Manduria - Taranto

"Voglio vivere così: lontana da ogni cosa e fuori dal mio tempo, in pace con il mondo in questo silenzio fatto di bellezza e autenticità". Pensieri e parole mie, si. Mentre assaporavo in quel luogo tutta la bellezza della vita... Quando ho scelto Masseria Cuturi non immaginavo mi sarei sentita così. In quella Manduria così odorosa di vigne e primitivo, Masseria Cuturi è un luogo magico abbracciato dalla natura: 300 ettari tra filari e uliveti che tagliano l’orizzonte, lecci e piante erbose del bosco di Cuturi a rinfrescare l’aria e lo scenario incantevole di quella Conca d’Oro che guarda il mare e in cui a fine Ottocento fu piantata la prima “barbatella” di Primitivo.

La tenuta, terra dei Messapi, è immensa e immensamente curata, e l’antica masseria salentina - meravigliosa dimora del 1700 – ne è il cuore.

Quando fu rilevata dalla famiglia Rossi-Chauvenet, nel 2007, non esisteva più nemmeno la vigna. In pochi anni, con dedizione e passione, Masseria Cuturi ha riacceso le sue luci ed è tornata a splendere. Il recupero, minuzioso e attento, è avvenuto preservandone il suo passato e impreziosendo la sua storia. Oggi la Masseria è un Wine Relais il cui lusso più grande sta nella sua semplicità. Masseria Cuturi 1881 – proprio l’anno in cui fu portato in Tenuta il primo ramoscello di Primitivo e qui piantato - è il posto perfetto in cui intraprendere un viaggio per “ritrovarsi”, dimenticando quella frenesia che spesso accompagna i nostri giorni. Ogni angolo qui ha un segreto da raccontare e il connubio tra tradizione e contemporaneità rende ogni ambiente tremendamente familiare ed accogliente anche grazie alla presenza di persone sorridenti e genuine che sanno farti sentire a casa.

Gelsomini e bouganvilles che si arrampicano ai muri, il profumo di pane e di dolci che ti arriva quando sei ancora a letto, l’attesa del tramonto sul prato della cappella sono un toccasana per la mente e per il cuore.

Nulla è lasciato al caso in questo posto stupendo dove l'accoglienza è straordinaria.

Nel mio viaggio alla scoperta di questa dimora mi sono innamorata di due cose: il vino prodotto in Tenuta (come vi dicevo il Primitivo di Manduria è nato qui e io ho eletto ufficialmente CHIDRO il mio vino del cuore) e la cucina di DON TUMA', ristorante eccellente che è una vera chicca nell'area ed è tra i migliori provati negli ultimi anni. Una menzione speciale anche a Federica Gennari, la pastry chef dalla mani d'oro.








📍MASSERIA IL FRANTOIO, OSTUNI - BRINDISI

Masseria Il Frantoio, Ostuni - Brindisi

Fattoria e borgo laborioso, per più di 500 anni questa dimora è stata luogo operoso nella campagna di Ostuni, tra ulivi secolari e paesaggi che hanno incantato i viaggiatori di ogni parte del mondo. Oggi Masseria Il Frantoio è una residenza di charme che ha conservato tutta la bellezza e l’atmosfera di un tempo. Oleandri multicolor e bouganvilles stringono l’antica casa padronale dove sono custoditi - come un tesoro prezioso - tutti i ricordi dei Tanzarella, la nobile famiglia d’origine. Tutt’intorno pini secolari, una agrumeto profumato e il giardino all’italiana per trovare un fresco rifugio nei pomeriggi d’estate. La masseria è anche azienda agricola biologica, è un rinomato Presidio Slow Food e coltiva sotto i suoi ulivi millenari prodotti biologici ed erbe aromatiche che colorano e odorano questa terra meravigliosa.

Voglio segnalare il bellissimo frantoio ipogeo, pieno di oggetti d'epoca, aperto sempre a tutti gli ospiti e un progetto molto carino frutto dell'amore per la Puglia e il desiderio di conservare questo patrimonio di grande bellezza. Si chiama "Adotta un Ulivo Secolare" ed è un'iniziativa che prevede l'adozione di un albero a scelta tra quelli presenti nella Tenuta con la possibilità di prendersene cura, dargli un nome e ricevere a casa l'olio biologico prodotto dall'albero adottato.







📍LA FIERMONTINA PALAZZO BOZZI CORSO, LECCE

La Fiermontina Palazzo Bozzi Corso - Lecce

Il Palazzo è uno dei più belli della città, ed è il luogo della memoria in cui sono conservati ricordi e pezzi di vita della famiglia Fiermonte. Lasciandosi ispirare dalle vicende della nonna Antonia Fiermonte e di suo fratello Enzo, i proprietari del Gruppo Fiermontina, Antonia Yasmina e Fouad Giacomo Filali, hanno ripercorso le storie di vita, d’amore e d’arte dei loro avi.

Palazzo Bozzi Corso è un omaggio a Enzo Fiermonte, affascinante pugile italiano e attore a Hollywood dopo il matrimonio con Lady Astor, sopravvissuta al naufragio del Titanic.

La dimora era un tempo di proprietà del Marchese Gabriele Bozzi del 1775, e fu acquisita dai Filali nel 2018. Da quel momento, il Palazzo - attualmente hotel di lusso - ha assunto un’identità differente e le vicende familiari , insieme alle opere d’arte e agli arredi pregiati, ne hanno impreziosito il valore.

Il palazzo custodisce parte della collezione d’arte di famiglia portata da Parigi: le sculture di Zwoboda e Letourneur, amori di Antonia Fiermonte, e i quadri di Chaissac alle pareti, cui si aggiungono gli arredi di Gio Ponti, Le Corbusier, Mackintosh scelti dallo studio Charles Philippe & Christophe. Tinte accese e materiali di valore si mischiano a ricordi ed emozioni che riportano in un’atmosfera surreale dove il tempo sembra cristallizzato e in cui ogni oggetto rievoca quell’era travolgente.

Ogni angolo tra le mura del Palazzo è un viaggio tra arte e bellezza. Ogni suite ha una storia unica. E come potrei non segnalarvi la presenza di una suite speciale che ha un'anima newyorchese? La “Suite John e Yoko” celebra il legame dei Fiermonte con i Lennon ed è preludio al racconto sullo Strawberry Fields Memorial in Central Park a NY, idea di Anna Letourneur, madre dei fratelli Filali e figlia di Antonia Fiermonte, e cara amica di Yoko Ono, come testimoniano anche foto e quadri alle pareti. Una chicca incredibile, come la terrazza con ounge bar, piscina e vista sulla città.

Un consiglio: non perdete l'Art Tour, la visita guidata del palazzo alla scoperta della sua storia, dei suoi segreti e delle sue meravigliose opere d'arte.









📍LA FIERMONTINA LUXURY HOME, LECCE

La Fiermontina Luxury Home - Lecce

Quando il cuore incontra la bellezza...

Antica masseria del 1500, anche questo luogo è uno scrigno di ricordi. E' la dimora che la Famiglia Fiermonte ha voluto dedicare a nonna Antonia, violinista e pittrice originaria di Casamassima, musa di artisti e scultori.


Un gioiello nel cuore di Lecce rilevato nel 2015 che è oggi La Fiermontina Luxury Home, resort urbano di lusso dove riaffiorano forti le memorie di un passato romantico e dove si respira - ovunque - la presenza di Antonia Fiermonte e della sua storia.

La dimora è un regalo per gli occhi e per il cuore: è un incontro perfetto di design e arte. E' un lusso garbato ed elegante, è un viaggio alla scoperta di un Salento differente che riporta in luce il legame con le radici.

Il giardino è un polmone verde nella città barocca, è il luogo perfetto per fermarsi, rallentare, respirare.

E lasciarsi andare all'ospitalità autentica e discreta che differenzia questo posto.

In Fiermontina ho avuto occasione di fare "un viaggio nel viaggio": quello tra i saporti di Zéphyr.

Un'esperienza unica ed esclusiva al ristorante nel giardino-agrumento di La Fiermontina Luxury Home.

Una cena sensoriale in un'atmosfera particolare, tra luci e profumi inebrianti, firmata dallo Chef Alessandro Pascali che ripropone in chiave moderna gli autentici sapori pugliesi. Assolutamente da provare. Io sono letteralmente impazzita per la rivisitazione del cocktail di gamberi: un mix di gusto straordinario.








📍PALAZZO GUIDO, LECCE

Palazzo Guido - Lecce

Elegante residenza nobiliare del XVI secolo, oggi dimora storica di charme nel cuore di Lecce, è luogo di memoria e di ricordi, posto bellissimo in cui si conservano piccoli tesori di famiglia. Splendidi lampadari di cristallo, arredi di pregio, pavimenti antichi, vecchi album di cartoline d’amore a colori, arredi e tappeti di paesi lontani, e decine di cornici, quadri e fotografie raccontano la vita di diverse generazioni a confronto: nonni, figli e nipoti della famiglia Guido impreziosiscono ogni angolo di questa dimora. Un’accoglienza speciale quella di Geltrude, perfetta padrona di casa che mi ha aperto questo tesoro di famiglia raccontandomi la storia del suo bisnonno, direttore della clinica psichiatrica di Lecce, e di sua nonna, Donna Geltrude, persona dal carattere forte e dai modi gentili, amata per le sua benevolenza. Un tempo casa di famiglia, oggi il Palazzo è un boutique hotel che ha conservato un'atmosfera autentica e possiede tutti i comfort di una casa di lusso da vivere in totale intimità, lasciandosi coccolare dalle attenzioni quotidiane e abbandonandosi alle buone abitudini e ai dolci profumi del passato.

Il Palazzo ha una terrazza molto bella che affaccia sulla città, posto perfetto dove godersi il tramonto in assoluto relax. E una piccola Spa dove poter riconciliare anima e pensieri.







📍NATURALIS BIO RESORT, MARTANO - LECCE

Naturalis Bio Resort, Martano - Lecce

Una storia bella, legata alla natura e al territorio, e a persone che in Puglia investono forze e cuore. L’ultima tappa del mio tour mi ha portato nelle campagne salentine di Martano, in un posto fatto di silenzio e natura prorompente. Naturalis Bio Resort, antico borgo contadino, è un luogo in cui ritrovare l’equilibrio tra mente e spirito, dove l’accoglienza autentica si sposa a un concept green di cosmesi e bellezza legato ad una delle piante officinali più amate al mondo: l’aloe vera. Sul finire degli anni Ottanta, Domenico Scordari, proprietario della tenuta, portò qui le prime piante di aloe dal Messico.


L’azienda di famiglia, che già si occupava di ricerca e sviluppo nella bio cosmetica, puntò alle proprietà di questa pianta e da quasi trent’anni la sua coltivazione ha ridisegnato così tanto la storia di questa famiglia e di questi stessi luoghi che Martano è stata battezzata Città dell’Aloe.

Questa residenza un tempo era destinata ad accogliere i clienti in visita alle piantagioni, oggi è un resort esclusivo che appartiene al circuito Small Luxury Hotels of the World, ha un “Green Concept” che ha fatto il giro del mondo ed è nel cuore di una distesa incontaminata di oltre 20 ettari dove si coltivano aloe, uva e olive e che profuma di rosmarino, capperi e lavanda.

L'azienda di famiglia si occupa da sempre di ricerca e sviluppo di soluzioni naturali e bio per la bellezza e il benessere. Per questo nella Spa del resort viene usata una linea esclusiva di prodotti di bellezza che sfruttano le proprietà dell'Aloe per restituire luce e compattezza alla pelle e ai capelli. Il gel viene estratto dalle piante di aloe della piantagione e viene usato - in un paio d'ore al massimo - misto con miele o zucchero di canna per maschere al viso o scrub al corpo. Io l'ho provato anche misto con l'olio d'oliva biologico, prodotto dal resort. Una experince assolutamente da provare.




Il mio giro si chiude qui, con tanta bellezza negli occhi, con mille fotografie e video ancora da condividere.

La Puglia è resta la mia terra del cuore, è una scoperta continua, è un misto di mare, monti, masserie, trulli, muri a secco e olivi. E' gente che sorride e che lavora e che questa terra la rende orgogliosa.


Avrei ancora un patrimonio di cose da farvi ancora vedere e raccontare, ma intanto sul mio Instagram trovate post e reel e una raccolta con le Stories più belle pubblicate durante il mio viaggio. Vi lascio il link qui.

E’ stata un’esperienza stupenda, soprattutto perché chi mi ha seguito sui Social si è appassionato insieme a me a storie e posti che hanno svelato una Puglia fatta di luoghi meravigliosi e gente laboriosa che ogni giorno - con impegno e dedizione - aggiunge un tassello importante. E poi, come fosse una “persona”, qualcuno da amare, voglio dire Grazie a te, Puglia mia, per rendere bello ogni istante, per accogliermi sempre con lo stesso calore, per lasciarti scoprire e descrivere sempre con la stessa intensità.

Grata ogni giorno per averti “conosciuta”❤️

1.570 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page